lunedì, settembre 15, 2008

IL SOGNO DI STANOTTE

E all'improvviso ero pittrice.
Avevo un'idea bellissima.
Una tela dipinta davanti che poi si sollevava e dietro appariva un secondo quadro.
Davanti non mi ricordo cosa ci fosse disegnato.
Dietro, invece, ricordo una lametta da barba incrociata con qualcosa.
Tipo falce e lametta da barba, o lametta da barba e martello.
Orribile.

Facevo due o tre prototipi.
E poi li facevo vedere in giro.
E tutti Oooooh. Aaaaaaah. Bellissimi!
E i miei amici: Ma tu non era quella che non sapeva disegnare?
Eh si, ma ho trovato il mio stile.
E mia moglie: è un'idea MERAVIGLIOSA!
Qualcuno accennava anche a Francis Bacon.
Oooooh.
Aaaaah.
Bellissimi.

Seguiva una mostra.
Applausi.
E champagne.



...La pissipissibaucologa è tornata dalle ferie.

1 commento:

e. ha detto...

Nooooooo...Una volta l'ho fatto anche io un sogno così. Ho sognato che stavamo mettendo su il palco per uno spettacolo e provavamo l'audio. Allora mio fratello mi dice di cantare qualcosa.
E io canto cry baby proprio come Janis Joplin e mi stupivo e pensavo ma che storia, che bella voce che ho.
Sono sogni bellissimi questi.