venerdì, settembre 22, 2006


DON CHI?SCIOTTE2: PEDAGOGIA E SCUOLE SUPERIORI

Oggi è arrivata questa professoressa, al Museo, di un Liceo molto Liceo di quelli che ci va la gente bene che non ha voglia di studiare il greco.
E' arrivata per proporre un'idea molto da prof che si sente molto progressista e molto culturale.
E questa idea (una serie di incontri al pomeriggio sull'arte), agli studenti, la fa pagare. Perchè, dice, così sono motivati.
E allora io penso che brutto mondo questo dove per motivare gli studenti bisogna farli pagare. Non sarebbe meglio, al massimo, per sollecitarli, pagare loro? Una quota simbolica, ti offro un buono per la focaccia delle 10 se impegni il tuo tempo ad ascoltare un critico d'arte invece che giocare alla play station.
Certo che il mondo ideale è quello dove lo studente piuttosto rinuncia alla focaccia pur di ascoltare un critico d'arte, ma questo non è il mondo del 2000, che alla fine walt disney ci aveva preso con eta beta ("l'uomo del 2000" vi ricordate?), che sto solo aspettando una nuova campagna pubblicitaria per le patatine alla naftalina...
E non ne faccio neanche una questione di classe, anche se trovo che l'idea di far pagare un'iniziativa cuturale sia di per sè limitante per chi non può permettersi un extra. Ma, mi si dirà, in un Liceo di quel tipo di Licei non molti non possono spendere 10€. E avrebbero ragione, anche se a questo punto è un problema a monte.
La trovo proprio un'idea aberrante come messaggio: io ti propongo un'idea culturale che non ti attira - perchè se ti attirasse non dovrei farti pagare per farti venire - quindi, cioè, non sono capace di pensare ad una cosa che piaccia a voi ragazzi, che dovrebbe essere il mio lavoro e per questo sono pagata. E allora vi dico che vi faccio pagare - anzi faccio pagare i vostri genitori - così i vostri genitori se non venite vi fanno il culo perchè dicono che hanno pagato.
Bel messaggio pedagogico e progressista!

Così, insomma, conosco un po' di partigiani che si sarebbero arrabbiati tantissimo per una cosa così e magari avrebbero aspettato un attentato a Togliatti per cercare di cambiare un po' le cose e aprire delle scuole pagando gli studenti; ma senza andare così in là conosco anche un periodo in cui gli studenti si sarebbero incazzati per una cosa così. e adesso invece non dico salire sui monti, ma non si incazza proprio più nessuno.

1 commento:

nessunluogo ha detto...

hai ragione...sono due cose estremamente spaventose.Far pagare per la culture e fregarsene se lo fanno!