lunedì, aprile 28, 2008

MILLE E MILLE MINUTI DI VITA

C'è che alcuni week end durano un mese.
Iniziano di giovedi sera e finiscono a tarda notte della domenica. E se ti metti a contare ogni secondo, ogni minuto di vita, la somma totale fa giusto giusto un mese. Perchè Einstein su qualcosa sbagliava: a volte sono le cose belle a durare più a lungo.

In un mese, poi, si trova il tempo di fare tutto, assolutamente tutto quello che ti viene in mente: che sia una Festa d'Aprile a suonare la chitarra sui monti, una cena romantica sulla spiaggia, un pomeriggio d'amore, le lacrime dello stress, le coccole tra sorelle, un caffè in autogrill a notte fonda, il primo rafting sul fiume, la sorpresa di un amico, un film che si blocca sul computer, il gusto della metafora, il giro delle mille città, tre regioni diverse, due boschi, una cena in cooperativa, il treno di notte, la macchina di giorno, lo stropicciamento del tempo, un kebab padano, i progetti di partenza, quelli di permanenza, il sole in costume affondata in un prato, il Manifesto letto in due, i piani per conquistare il mondo.

E poi in un mese le cose cambiano.
Si accetta quello che faceva paura, ci si capisce, ci si chiarisce, anche senza bisogno di parlare.
Un mese liofilizzato, condensato e ristretto, esploso in un lungo week end una volta immerso in acqua di fiume

5 commenti:

rosy ha detto...

ciao. mi piace il tuo blog. Complimenti!

lanessie ha detto...

:O) grazie

C. ha detto...

che invidia!

Anonimo ha detto...

Anche Stakanov direbbe Che Invidia!, se non fosse che c'era anche lui a godersi tuttomapropriotutto!

^_^

lanessie ha detto...

ma dai? c'eri anche tu?!? ;O))))

baciodolce, stakanov