giovedì, dicembre 21, 2006



RECENSIONE2: SPUTERO' SULLE VOSTRE TOMBE - BORIS VIAN.

sarà anche stato un compagno, eh, un serio compagno. Sarà anche stato un grande scrittore di teatro e un meraviglioso chansonnier. Però, ecco, non è che questo romanzo gli faccia troppo onore..La trama è questa: un nero con la pelle bianca gli ammazzano il fratello. ma questo lo scopri in fondo al libro o nella quarta di copertina. Allora decide di vendicarsi scopazzandosi tutte le donnine bianche di alta borghesia di una provincia americana qualsiasi. Ma che lo faccia per vendetta lo scopri in fondo al libro o nella quarta di copertina perchè fino alle ultime 20 pagine sembra che si diverta lui e che si divertano loro. Poi inizia a fare le avances a queste due sorelle razziste che dicono Oddio Oddio quanto li odio i negri. Allora, quella grande ci sta e quella piccola no. Anche se gli si presenta in baby doll in camera. E ancora sembra una normale roba di sesso. Ah, nel frattempo, anche un capitolo di lui e un altro che vanno in un bordello con le bambine. Non credo per vendetta, la quarta di copertina non lo dice. Ultime 20 pagine, lui dice esplicitamente che è una vendetta, una tremenda vendetta. Ne ammazza prima una e poi l'altra e poi ferito si fa rincorrere dalla polizia, tipo Thelma e Louise.
Va bene la contestualizzazione, eh, che nella Francia degli anni '60 era un libro provocazione. Ma io, dall'autore di Generali a Merenda e del Disertore mi aspettavo qualcosa di più di un James Dean in salsa pulp.

8 commenti:

gufo ha detto...

eggià, sono le fregature della letteratura. Io di vian ho letto una sola, in vita mia, e non mi ricordo più quale, ma già il dato, e il fatto che sia rimasta unica, sono significativi, no?

G. ha detto...

ma, non ho capito. in che modo si vendica? le mette incinte di bimbi che nascono neri e poi vatti a giustificare coi genitori razzisti su chi ti sei portata a letto che non sai neanche tu com'è successo che i bimbi son neri ma non sei mai stata con un nero?
mah, chissà che romanzo ne avrebbe tirato fuori quel fico di PA-O-LO-NO-RI!

lanessie ha detto...

quel fico di PAOLO NORI ne avrebbe tirato fuori un romanzo in cui succedono un sacco di cose fighissime. Ma nessuno le capisce.

Paolo Nori ha detto...

no, nessie. se TU che non capisci!
il mio amico G. capisce.
ma se TU non capisci, non puoi dire che nessuno capisce.
a meno che tu non sia nessuno.

lanessie ha detto...

oh, che oNori, sul mio blog! ma la prossima volta provo a parlar male anche di Marquez, così mi scrive e attiviamo un contatto? :O)

Garcia Marquez ha detto...

...che cacchio vuoi tu, da me?
e smetti di parlar male di PA-O-LO-NO-RI!

lanessie ha detto...

ma, pensavo, forse in effetti PA-O-LO NO-RI sa scrivere...ma saprà leggere? (Un bacio anche a Gabriel Garcia, sempre pronta a farmi 100 anni di solitudine, io e lui lui e io)

paolo nori ha detto...

certo che so leggere....ma magari non tra le righe (e non titrare in ballo le solite cose dei maschi stupidi che tiri fuori sempre, che G. me l'ha raccontato, sai?)...ad ogni modo...che volevi dire?.
P.S. marquez ricambia il bacio e mi dice che non sa se dura 100 anni in solitudine, per questioni anagrafiche, più che altro...poi ha fatto un sorrisetto strano sussurrando "shakira"...ma non so cosa intendesse...