lunedì, luglio 21, 2008



Oggi c'è l'ultima seduta con la pissipissibaucologa.
Poi lei va in ferie e tutti i miei casini rimangono lì, annodati al filo da stendere.
C'è da dire però che dieci giorni non sono passati invano, quello no, e mi sono ricostruita un'estate senza Stakanov. Cecina ha aiutato a fare chiarezza.

Prima le terme, a restaurare il fisico.
Poi l'ecovillaggio di Torri, di fiume, scrittura e freccette.
E infine il Festival delle Narrazioni, a mescolare le carte di Propp.
Un programma fitto, con lo scopo principale di non fermarmi ogni giorno a pensare Oggi sarei stata a Stoccolma.

Perchè gli amici sanno sempre cosa dire. La settimana scorsa la frase principale era E allora, quando parti per la Svezia?.
Non parto.
Come non parti?
Eh no, Stakanov mi ha lasciata.
Cooosaaaa?
Già.
E perchè non vai tu, in Svezia?

Questa è una buona domanda.
Intanto perchè io non penso che fare le cose in due o farle da soli sia la stessa cosa.
Ci sono delle cose che nascono solitarie, ed è bene che lo rimangano.
Ma ci sono cose che nascono in coppia, e dividerle è come bere il decaffeinato.
La Svezia per me era nata in coppia, era una vacanza con quattro gambe.
Ero l'unica, tra i due, a pensarla così, ed è per questo che lui ci andrà da solo, e io invece no.

Ma poi c'è anche la ragione pratica.
Mi hanno detto che con il budget che avevamo preventivato non saremmo sopravvissuti neanche dieci giorni. Me l'ha detto qualcuno che sa di cosa parla. Qualcuno che sa il prezzo di una birra piccola a Stoccolma, che è 10 euro.
Allora io penso che vivere di scatolette di tonno, in due, può anche essere romantico. Da soli, depressi, sconsolati e infreddoliti, è un suicidio.
Ho scelto la sopravvivenza dell'anima e del corpo, per quest'anno.

Gli amici che sanno sempre cosa dire, adesso non mi chiedono più Quando parti? Ma mi dicono Ti meriti di più.
Mi dicono anche Sei dimagrita, tanto per dirmi qualcosa che mi faccia piacere.
Sono carini, gli amici, quando ti coccolano verbalmente.

In ogni caso lo penso anch'io, di meritarmi di più.
E tra le varie cose che penso di meritarmi, c'è un uomo che non vada avanti a sensi di colpa, ma a colpi di senso.

13 commenti:

SUB ha detto...

Sulla Svezia e sulle scatolette di tonno hai ragione.
Cosi come i viaggi programmati per quattro gambe farli da soli sanno un po di "ritarata dalla Russia"...
Potrei dirti pure che ti potresti organizzare una tua vacanza ma non lo faccio...avrebbe il sapore della melassa bruciata....(ha un gusto dolciastro ma orribile).
E non ti dirò nemmeno che meriti di più.
Ti dico solo che devi assorbire al più preso la botta perché non ti meriti di soffrire...per poi chi?
Ci sono uomini e donne che non sanno tenersi gli affetti cari, le situazioni magiche, i piccoli momenti di una normalità che poi quotidianamente mancherà, che non sa cosa sia il freddo della solitudine, la mani imbalsamate perché nessuno le ha mai strette, la durezza dello spirito che pian piano ti trasforma in pietra, il saper solo gioire delle vittorie personali di altri perché le tue sono talmente pubbliche che se ne appropriano tutti...ecco cosa non sa chi ti ha lasciato e mi auguro vivamente che venga schivato come un lebbroso, come un appestato o al meglio trovi una persona che lo usi, lo consumi e poi lo getti via come uno straccio usato.
Quando sarà per terra allora passerai tu, più bella e più calda che mai e potrai solo provare compassione...ma si sa...la compassione non è amore. E' solo pietà umana.

lastreganocciola ha detto...

sai una cosa? penso che in ogni caso il tuo romanticismo non sarebbe stato così forte da superare la quarta scatoletta di tonno, soprattutto se nel frattempo ti fosse toccato dimostrare entusiasmo per ogni sbattone fisico fosse possibile scoppiarsi. A tutto c'è un limite, e l'avresti raggiunto ben presto. stakanov ha solo giocato d'anticipo.

Anonimo ha detto...

colpi di senso...

Sì, dovrei studiarci sopra...

P.S. Per la strega, sia quel che sia, non credo che realizzare la amara realtà ed essere scaricati a 10000 metri sia proprio proprio la stessa cosa...

Timothy J. Dawbt, marinaio di foresta ha detto...

Sub, scusami, ma non sai di cosa parli.

lastreganocciola ha detto...

occhè, anonimo chiunque tu sia, neanche io penso che sia la stessa cosa. ma se anche dopo un po' i Lacrimevoli Cuori Infranti lasciano il posto alla Bieca Razionalizzazione, secondo me è meglio.

E colpi di senso è molto bello, sì, e si abbia tutti i miei auguri.
Ma nel frattempo, e non suoni come critica all'adorata nessie ma come altrettanto augurio, metterci un po' di Buon Senso per conto proprio può non essere una cattiva idea.

e. ha detto...

All'ultima affermazione della strega io metto un dito qui sotto, sì.

E anche che sarà un agosto bellissimo, penserai alle orribili scatolette e dirai menomale.
Ti confesso che io ero molto preoccupata. Nessun amore sopravvive al tonno in scatola.

Un bacino amica bellissima.

e. ha detto...

La copincollo dal blog della Rosella. Mi sembra perfetta per l'occasione...

"tu no importare gente, tu bella, tu brava, tu viva, no stare in casa"

lanessie ha detto...

io no stare in casa, io piena di colpi di senso, io viva:O)

@Sub: no, decisamente esageri! (ma perchè sei estremista solo sull'amore e non sulla politica?!). Non c'è nessuno qui che, per quante cazzate possa avere fatto - e, d'altronde neanche tantissime - meriti di essere trattato come un lebbroso. Dio mio, era una storia d'amore che non ha funzionato, mica i Promessi Sposi!

Anonimo ha detto...

"La compassione non è amore. E' solo pietà umana."

Nuovo slogan del PD per le prossime amministrative?

Bello no,?

Anonimo ha detto...

ciao nessie,sono ale,tornata a visitare il tuo blog.mi fa piacere sentire che sei piena di colpi di senso...e sentirti così ha fatto sentire meglio anche me!!!strana la vita!leggo i tuoi post e sembra di leggere ciò che avrei scritto io!le nostre storie sono incredibilmente simili....tu stoccolma?io budapest!il mio stronzetto va a farsi la mia vacanza con altri due nostri amici!meglio così...a volte mi piace pensare che se le cose vanno male è perchè dopo ci aspetta qualcosa di piu bello e piu vivo!ti auguro una bella estate!a presto,ale

lanessie ha detto...

buona estate anche a te, ale.
A budapest d'agosto si crepa di caldo ed è pieno di turisti crucchi con le calze. Ti è andata bene :O)

Pemaja ha detto...

Mi viene da ridere e sapete perchè? Perchè sia a Budapest che a Stoccolma ci sono stata a "quattro gambe", per usare l'espressione che fa da filo conduttore. Ma è andata male sia con l'uno sia con l'altro. Ora ho una marea di foto che non voglio neanche più guardare ... Allora che dite? E' andata meglio a me? :-) Forse mangiare il tonno in scatola da sole non è mica tanto male...

erika ha detto...

ciao,
arrivo in ritardo, a quanto vedo. Ma mi fa impressione: anche io sto uscendo adesso da una storia come la tua. Vedere che non sono sola, in questo momento triste, mi aiuta molto!