giovedì, febbraio 19, 2009



Si, dovevo raccontarvi della macchina in comproprietà.
Ma una riunione mi ha ciucciato il cervello dalle orecchie con una cannuccia, e così adesso sono come lo spaventapasseri del mago di Oz.
Non potrei veramente dire nulla di intelligente, oggi pomeriggio.
Così mi concentro al mio massimo, e riesco giusto a produrre questa tranche di vita vissuta:
Stanotte ho fatto gli incubi. Mi sono svegliata sudata e ansimante alle 4 e 12: i giapponesi invadevano la Svizzera e uccidevano tutti. Me compresa.
Giuro.

4 commenti:

lastreganocciola ha detto...

ma che incubo? voleva dire che stavi in Svizzera, no? Ah, non saper vedere il positivo delle cose....

puntoggi ha detto...

ma che incubo? stiamo parlando degli svizzeri, no? ah, non saper vedere il positivo delle cose....
:-)
(cazzo ci facevi lì? è pericoloso! scappa!)

lanessie ha detto...

si, ero in svizzera. ma sono morta.
dov'è il lato positivo?
:-)

puntoggi ha detto...

nonnò! la nessi è viva e lotta insieme a noi.
gli svizzeri un po' meno...
:-D