giovedì, febbraio 21, 2008


PUNTININ PUNTINISSIMA

Tu conosci i Gormiti, immagino Mi ha chiesto la mia igienista mentre mi ravanava nella bocca con attrezzi da inquisizione.
A-ah, ho risposto, che poi era tutto quello che potevo dire.

La mia igienista mi aggiorna sulla crescita del figlio con costanza, e chiede piccoli consigli che io dò solitamente muovendo la testa e boffonchiando sputacchiando in giro.
Ma oggi l'argomento era profondo e ho ottenuto una pausa nella tortura per un vero e proprio colloquio.


Si, conosco i Gormiti

Perchè, sai, stanno diventando un po' un incubo per noi genitori...dieci minuti fa mi ha chiamato il papà di un compagno di classe di mio figlio per organizzare uno scambio di Gormiti.

Scambiate Gormiti tra di voi, chiedo?

Si si, noi genitori. Anche su internet.

Perchè non li lasciate scambiare ai vostri bambini? chiedo ingenuamente

Sono piccoli per andare su internet

(...)

Eh, gli scambi li facciamo soprattutto su internet perchè qui finisce che tutti hanno gli stessi gormiti, e quelli rari non si trovano mai

Ah

(...)

Chiedo: Ma i bambini sono contenti, che i gormiti li scambiate voi genitori?

Certamente, dice l'igienista, così hanno quelli rari.

Ma poi, chiedo, com'è che si gioca con questi Gormiti?

Mah, mio figlio gli fa fare le battaglie. Ci gioca da solo.

E con i compagni?

No no, con i compagni no. A scuola non glieli facciamo portare. E' un gioco che fa proprio da solo. A scuola fanno solo la gara di chi ne ha di più.

Ma gli scambi normali non li potrebbero fare loro da soli, chiedo, a scuola? Con le figurine noi facevamo così...

Eh, ma le figurine mica costavano due euro a pacchetto.

2 euro a pacchetto? e quanti gormiti ci sono dentro?

Uno.

Ah, uno solo.

Certo, è anche per quello che noi genitori ci organizziamo. Perchè non puoi rischiare che paghi 2 euro per un gormito e poi ce l'hai già. E non si può neanche rischiare che i bambini li perdano, i gormiti, con quello che costano.
Perchè sai cosa succede seglieli diamo da scambiare a scuola? Che li regalano, invece di scambiarli, e tornano a casa che non hanno avuto niente in cambio.
Sai, sono piccoli, non hanno mica la furbizia.

(...)


Eh già, che schifo avere sei anni, quando ti manca la furbizia del commercio.
Meno male che ci sono i genitori.

13 commenti:

O' Pastore ha detto...

Io non ho mai avuto una collezione di figu, perchè non ce la potevamo permettere.

Ho sempre avuto pacchi di figu da far sbavare anche il figlio del commercialista, però, perchè sapevo giocare e avevo amici con mille triple.

Se ora tuo figlio ha una dipendenza costosa, di chi sarà la colpa?

Bah, forse del governo...

lanessie ha detto...

credo sia un problema di pusher...

Anonimo ha detto...

...che tristezza...

(il lettore padovano)

lanessie ha detto...

eccome, lettore padovano, eccome!

Timothy J. Dawbt, marinaio di foresta ha detto...

Ma verrà il giorno, dico io!

massi3v ha detto...

Ma alla fin fine non è che 'sti Gormiti siano una gran novità. Gli hanno cambiato nome e pacchetto ma sono tali e quali agli Exogini di venti anni fa....
ciao nessi!

lanessie ha detto...

@massi: ma gli exogini costavano 4000 lire?? Io me li ricordo vagamente, ma in effetti hai ragione...C'era tutto questo smercio, con gli exogini? secondo me no no no.

@marinaio di foresta: ma veeerràààà il giooornooo deeellla-a-a rivoooluuuuzioooonee-e-e. Era quello? :O)

Andre ha detto...

Certo che è veramente triste... Ma un corso per educare i genitori?!? Lo organizziamo, Nessie?

lanessie ha detto...

@andre: ma sai quant'è che ci penso? Il problema è Chi ha voglia di pagare per sentirsi dire che sta tirando su il figlio intelligente come un dugongo?
(hai aperto un blog!! ti linko subito tra le persone carine! :O)

massi3v ha detto...

Il commercio c'era. Almeno da me. E anche sulle figurine io mi ricordo un gran commercio. Ma i genitori, più o meno tutti, ne restavano fuori, a guardare da lontano, una roba che ti permetteva di capire che tipo di figlio stavi tirando su, se uno che era capace di andare a ravanare le monetine dal portafoglio della mamma di nascosto, oppure uno che si industriava per vendere i fumetti vecchi per far su qualche soldo. Il commercio che racconti tu serve ai figli per sapere se hanno un genitore idiota che compra i gormiti a Singapore su ebay e poi non gli arriva niente oppure no.

lanessie ha detto...

Io è noto che sono stata la figlia di Biancaneve. Però le figurine me compava mio nonno il sabato, tre pacchetti. E poi mamma e papà ogni tanto, anche. Un pacchetto se andavo con loro all'edicola, un pacchetto-sorpresa la sera. E poi gli scambi, ma soldi no.
Gli exogini non li avevo, però mi ricordo che cambiavano colore nell'acqua calda. Erano quelli, vero?

lanessie ha detto...

...me compava...interessante...era Me le comprava...ho tenuto una classe difficile, stamattina: la dislessia avanza per osmosi.

Anonimo ha detto...

cerco exogini maxcalifornia@libero.it